“La salute è la prima cosa, ma senza soldi non si mangia”. È questo il messaggio che i militanti del centro sociale Cantiere di Milano hanno lanciato oggi davanti alla sede della Banca d’Italia. Si sono presentati con le tute rosse e le maschere della serie tv “La casa di carta” per chiedere un reddito di emergenza e autodeterminazione. “Se lo Stato non è stato in grado di arginare il virus, di limitare drasticamente la produzione, allora la sua banca deve assicurare reddito e welfare per tutti”, hanno spiegato gli attivisti annunciando un’altra protesta per sabato pomeriggio in Piazza Affari.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il sindaco-soccorritore di Cellamare e la sua foto ‘stremato’ dopo il turno: “Ho visto pazienti soffrire e aver paura di non vedere più i cari”

next
Articolo Successivo

Il tampone rapido costerà 18 euro dal medico di famiglia, 12 euro nelle Asl. Tutto a carico dello Stato

next