Alcune decine di manifestanti di estrema destra si sono radunate sabato 24 ottobre in piazza del Popolo a Roma per protestare contro il coprifuoco e le misure anti covid previste dal governo. La manifestazione, promossa da Forza Nuova, non era stata autorizzata e intorno a mezzanotte ci sono stati scontri e momenti di tensione con bombe carta, lancio di bottiglie, cassonetti spinti in mezzo alla strada e l’incendio di un motorino caduto in terra. La cariche della polizia in assetto antisommossa ha disperso e fatto allontanare i partecipanti.

Le immagini sono state condivise sui social network anche dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che commentando l’accaduto ha definito i manifestanti “teppistelli, piccoli uomini”. “Hanno distrutto un intero quartiere dando fuoco a cassonetti, scooter e macchine – ha scritto Di Maio – Gruppi di estrema destra organizzati per attaccare la città. Invece di fare i teppistelli col volto coperto, andatevi a fare un giro negli ospedali, chiedete ai vostri coetanei intubati come stanno, quanto soffrono. Complimentatevi con medici e infermieri, aiutate chi vi sta accanto e soprattutto abbiate rispetto delle nostre forze di polizia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Se numeri continuano a crescere non reggeremo. Chi nega venga qui a vedere cosa succede”. L’appello del medico di Varese

next
Articolo Successivo

Piomba con l’auto in una piazzetta a Genova e travolge un gruppo di ragazzi: due giovani gravissime. Rintracciato grazie alla targa

next