“Lo dico in maniera brutalmente chiara: io non voglio trovarmi di fronte qui da noi i camion militari che portano centinaia di bare di persone decedute. Non siamo garantiti da nessuno che questo non avvenga, se non dalla nostra responsabilità, dalla correttezza dei nostri comportamenti e dalle decisioni che prendiamo da subito. E’ evidente che siamo in un momento grave”. Sono le parole pronunciate dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella sua consueta diretta Facebook del venerdì.

Il politico campano invita i cittadini della sua regione a essere “umani” e per rafforzare le sue esortazioni mostra l’immagine della Tac polmonare di un paziente 37enne malato di covid e ricoverato all’ospedale Cotugno di Napoli: “Quest’uomo è stato portato in terapia intensiva e senza il ventilatore polmonare è destinato a morire. Stiamo parlando di cose di una gravità estrema rispetto alle quali a nessuno è consentito più né di sottovalutare, né di scherzare”.

De Luca mostra anche un video che a Bagnoli immortala una festa sulla spiaggia: “Non è di 10 anni fa, ma di domenica scorsa. Ci sono centinaia di ragazzi senza mascherina che in questa situazione drammatica si permettono di festeggiare senza alcuna protezione. Siamo alla irresponsabilità totale. E queste immagini sono le stesse che ritroviamo la sera davanti ai bar – continua – la notte nelle ore della movida, agli ingressi e alle uscite delle scuole. Sono queste le situazioni che hanno portato a una diffusione enorme del contagio e rispetto alle quali dobbiamo prendere decisioni oggi. Dobbiamo chiudere tutto per un mese o per 40 giorni in modo da frenare l’esplosione del contagio. Poi tra un mese si vedrà”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lo chef di Mattarella e altri due addetti alle cucine del Quirinale positivi al Covid: il capo dello Stato non è in isolamento

next
Articolo Successivo

La povertà minorile rischia di tradursi in un declino culturale: un’emergenza a cui dedicare tutte le cure possibili

next