Otto ore circa di fila per riuscire a fare un tampone e mentre medici e infermieri fanno il possibile, le persone attendono in auto il proprio turno. Al drive-in allestito all’esterno dell’Istituto Zooprofilattico di Roma però, i cinque bagni chimici presenti non hanno né gel igienizzante né sapone liquido per lavarsi le mani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, il presidente dell’Ordine dei medici di Napoli: “Tracciamento saltato, con questa crescita non reggiamo altre due settimane”

next
Articolo Successivo

Piemonte, auto sepolte da quattro metri di fango e detriti: così i vigili del fuoco recuperano le vetture dopo l’alluvione di ottobre – Video

next