“Non stiamo rifiutando queste risorse economiche, stiamo solo cercando di gestirle al meglio“. Lo ha detto il premier spagnolo Pedro Sanchez in conferenza stampa con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rispondendo a una domanda sul Recovery Fund. Per poi precisare: “La Spagna ha richiesto un Recovery di 140 miliardi di euro per sei anni, di cui 72 nel primo anno che saranno trasferimenti, non prestiti“. Sanchez ha risposto anche sul Mes: “Come gli altri strumenti messi in campo dall’Europa, credo sia un’opzione che va contestualizzata: a differenza del 2008 la Bce sta comprando il debito pubblico e sta aiutando i governi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comunali, vertice tra i leader di centrodestra sui possibili candidati. In pole per Roma c’è Bertolaso, per Milano spunta l’idea Baresi

next
Articolo Successivo

Stati Generali M5s, l’incontro nazionale sarà a distanza. Posticipato al 14 e 15 novembre

next