“Non stiamo rifiutando queste risorse economiche, stiamo solo cercando di gestirle al meglio“. Lo ha detto il premier spagnolo Pedro Sanchez in conferenza stampa con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rispondendo a una domanda sul Recovery Fund. Per poi precisare: “La Spagna ha richiesto un Recovery di 140 miliardi di euro per sei anni, di cui 72 nel primo anno che saranno trasferimenti, non prestiti“. Sanchez ha risposto anche sul Mes: “Come gli altri strumenti messi in campo dall’Europa, credo sia un’opzione che va contestualizzata: a differenza del 2008 la Bce sta comprando il debito pubblico e sta aiutando i governi”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comunali, vertice tra i leader di centrodestra sui possibili candidati. In pole per Roma c’è Bertolaso, per Milano spunta l’idea Baresi

next
Articolo Successivo

Stati Generali M5s, l’incontro nazionale sarà a distanza. Posticipato al 14 e 15 novembre

next