Qualche giorno fa, oltre alla disponibilità in Italia dello smartwatch Mi Watch, Xiaomi ha annunciato anche la famiglia di smartphone Mi 10T, alzando il sipario su Mi 10T e Mi 10T Pro, smartphone 5G con cui il colosso cinese si propone di portare il nuovo standard di rete quasi in ogni fascia di prezzo, esclusa quella entry level al di sotto dei 200 euro.

I due smartphone condividono gran parte della scheda tecnica, così come anticipato dalle indiscrezioni che si sono susseguite in questi mesi. Le uniche eccezioni sono il comparto fotografico e i tagli di memoria disponibili. La piattaforma hardware è da top di gamma: Snapdragon 865 abbinato a 6 di RAM LPDDR5 e 128 Gigabyte di memoria interna, che arriva a 256 Gigabyte nel modello Pro per cui sono previsti invece 8 GB di RAM. A tutto ciò si aggiunge poi un ampio display da 6,67 pollici con risoluzione Full-HD+, supporto HDR10 e frequenza di aggiornamento a 144 Hz. Lo schermo è protetto dal vetro Gorilla Glass 5. Il sensore biometrico è posto sul bordo laterale, mentre in un angolo dello schermo spunta la fotocamera anteriore da 20 Megapixel all’interno di un foro.

Il comparto fotografico si completa sul retro con un sistema di tripla fotocamera, il cui modulo appare abbastanza evidente. Mi 10T integra un sensore principale da 64 Megapixel che su Mi 10T Pro diventa da 108 Megapixel. In entrambi i casi, è abbinato a un grandangolare da 13 Megapixel e a un terzo sensore da 5 Megapixel per gli scatti in modalità macro. I video possono essere registrati fino alla risoluzione 8K.

Sono tante poi le soluzioni software messe a punto per sfruttare al massimo il comparto fotografico. Per esempio, Video Clone permette di riprodurre un soggetto nel video in due diverse posizioni, mentre Dual Video può registrare contemporaneamente dalla fotocamera frontale e da quella posteriore del dispositivo. Tutte funzioni che testeremo in fase di recensione.

Il tutto è alimentato da una batteria da 5000 mAh con supporto alla ricarica rapida da 33 W. Completissima la connettività: supporto dual-SIM, Wi-Fi 6, NFC, porta Type-C, infrarossi e ovviamente 5G. Insomma, due prodotti estremamente interessanti che rappresentano – almeno sulla carta – una valida alternativa agli smartphone 5G più costosi.

Mi 10T sarà disponibile nelle colorazioni Cosmic Black e Lunar Silver nella versione da 6+128 GB al prezzo di 499,90 euro, diventando così lo smartphone con Snapdragon 865 più economico sul mercato. Mi 10T Pro arriverà nei colori Cosmic Black, Lunar Silver e Aurora Blue nella configurazione da 8+128GB al prezzo di 599,90 euro e da 8+256GB a 649,90 euro. I preordini saranno attivi dal 1 ottobre al 14 ottobre, con arrivo sul mercato previsto per il 15 ottobre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eliminare le app preinstallate sullo smartphone? l’Ue pensa a una legge ad hoc

next
Articolo Successivo

Realme 7 e 7 Pro, i nuovi smartphone in Italia dal 7 ottobre

next