“Io credo che il compenso del presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, fosse un po’ strano: io prendevo 103mila euro, lui meno ma addirittura meno di altri dirigenti che hanno responsabilità minori del presidente”. Lo afferma l’ex presidente dell’Inps, Tito Boeri, intervenendo a Otto e mezzo su La7. Secondo Boeri “anziché recuperare la cifra corrispondente all’aumento da tagli a delle voci, come quella dei servizi postali e in altri modi poco trasparenti, forse si sarebbe potuto prenderli dalle spese della dirigenza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Inps, Pasquale Tridico ha nominato come sua portavoce Daniela Bracco

next
Articolo Successivo

Atlantia, niente manleva a Cdp ma dopo l’ultimatum del governo i soci valutano uno “sconto”. La Ue: “Seguiamo il caso”

next