Una bambina di 14 mesi è stata portata in coma al Policlinico San Matteo di Pavia. La piccola si è ripresa nel giro di alcuni giorni ed è stata trasferita in una struttura protetta per decisione del Tribunale dei Minorenni di Milano. I medici del Policlinico, scrive La Provincia Pavese, hanno infatti trovato tracce di marijuana nelle urine.

Da qualche giorno la bambina non stava bene, poi i genitori, che vivono in Lomellina, l’hanno vista cadere in un sonno sempre più profondo e l’hanno portata in pediatria al San Matteo, dove è arrivata in coma. Alla scoperta delle tracce di marijuana, i medici hanno avvisato la polizia. Ed è stata aperta un’inchiesta per accertare le responsabilità.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“La politica finora ha ignorato gli effetti psicologici della pandemia. Abbiamo tutti vissuto un trauma, ma molti non chiedono aiuto”

next
Articolo Successivo

Aurelio Visalli, militare si tuffa in mare per salvare due ragazzi e annega a Milazzo. Il cognato: “Soccorsi inadeguati”

next