I probiviri M5s hanno aperto 8 procedimenti per i parlamentari che hanno votato No al taglio di deputati e senatori e una trentina di fascicoli per i cosiddetti “morosi” delle restituzioni. La notizia è stata anticipata dall’agenzia Adnkoronos earriva in un momento di grande tensione per il Movimento 5 stelle, a pochi giorni dalla débacle elettorale alle Regionali. Proprio oggi alle 18, i gruppi parlamentari si riuniranno per affrontare la questione degli Stati generali e della riorganizzazione. Il rinnovo della figura del capo politico, rinviato da sette mesi, è uno dei nodi che sta creando più malumori all’interno del M5s.

Una delle prime operazioni fatta partire dai vertici è la resa dei conti sui parlamentari che non rispettano o non hanno rispettato le regole del Movimento. Innanzitutto coloro che hanno deciso di votare No al referendum per il taglio dei parlamentari: tra loro ci sono Andrea Colletti, Marinella Pacifico, Elisa Siragusa, Mara Lapia, Matteo Mantero. Questi sono accusati di aver violato il codice etico ignorando quanto scritto nel programma M5s. Ancora più sentito, è il problema di chi si rifiuta di restituire metà dello stipendio come previsto dalle regole interne.

I probiviri, chiamati dallo statuto a decidere eventuali sanzioni, hanno formalmente aperto le procedure, una quarantina in tutto, dando, come da regola, 10 giorni a chi è finito nel mirino per inviare le cosiddette controdeduzioni. Solo una volta analizzate le difese, i probiviri decideranno sul da farsi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Orlando a La7: “Rimpasto? È l’ultimo dei problemi, prima viene l’agenda sul Recovery e poi semmai si pensa alla squadra”

next
Articolo Successivo

Sanità, Speranza: “I giovani medici sono la risorsa più preziosa che abbiamo, l’imbuto formativo va risolto”

next