“Cari Campani, il Napoli sostiene la candidatura di De Luca per il secondo quinquennio di presidenza della Campania”. Sono le parole scritte su twitter dal presidente del Napoli Calcio, Aurelio De Laurentiis, che la scorsa settimana è risultato positivo al coronavirus. De Laurentiis ha dichiarato con un post sul social il suo sostegno al governatore in carica Vincenzo De Luca per le elezioni regionali, per le quali si vota oggi e lunedì 21 settembre. Nel farlo però, non ha parlato solo a suo nome ma di tutta la società.

“Oggi è l’unico politico che può risollevare le sorti della Regione a livello nazionale e internazionale – continua De Laurentiis nel messaggio, pubblicato mentre il Napoli è impegnato fuori casa contro il Parma per la prima giornata di campionato – Non abbiate dubbi. È lui l’uomo migliore del momento”. Il tweet ha ricevuto molti commenti critici per aver espresso una posizione politica così netta e per averla attribuita a tutta la società, per di più mentre le urne sono aperte.

“Non si permetta di usare il Napoli per fini politici! – scrive un utente – Cancelli il post e chieda scusa”. Alcuni criticano la rottura del silenzio elettorale, mentre altri tifosi chiedono al presidente di concentrarsi sul mercato calcistico: “Pensi a completare la squadra invece di fare politica”, “Completiamo l’organico“. Non mancano le critiche di chi trova inopportuno che il presidente parli a nome di tutta la società: “Mi faccia capire, ma lo decide lei cosa deve votare il magazziniere del Napoli?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte al seggio: “Ho votato in scienza e coscienza. Auspico come sempre la partecipazione dei cittadini”

next