A poche ore dal referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari, il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio spiega in 10 punti quali sono i buoni motivi per dire sì alla riduzione degli eletti da 945 a 600. Eccole sintetizzate. Nel video tutte le argomentazioni.

1 Il Parlamento sarà più efficiente
2 Il taglio è un segnale di giustizia sociale
3 Abbiamo quasi 2mila “legislatori”: troppi
4 Si apre la strada a una nuova legge elettorale
5 Potremo controllare meglio i parlamentari
6 Il taglio c’è già: non pagare gli assenteisti
7 Una riforma ampiamente condivisa
8 Così ci allineiamo agli altri paesi europei
9 Si risparmia il 7% dei costi del parlamento
10 Se vince il sì, possibili altre buone riforme

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La guida al referendum di Marco Travaglio. Per che cosa andiamo a votare il 20 e 21 settembre? – Video

next
Articolo Successivo

Referendum, il tipico caso del trucco che c’è e si vede pure

next