A poche ore dal referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari, il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio spiega in 10 punti quali sono i buoni motivi per dire sì alla riduzione degli eletti da 945 a 600. Eccole sintetizzate. Nel video tutte le argomentazioni.

1 Il Parlamento sarà più efficiente
2 Il taglio è un segnale di giustizia sociale
3 Abbiamo quasi 2mila “legislatori”: troppi
4 Si apre la strada a una nuova legge elettorale
5 Potremo controllare meglio i parlamentari
6 Il taglio c’è già: non pagare gli assenteisti
7 Una riforma ampiamente condivisa
8 Così ci allineiamo agli altri paesi europei
9 Si risparmia il 7% dei costi del parlamento
10 Se vince il sì, possibili altre buone riforme

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

La guida al referendum di Marco Travaglio. Per che cosa andiamo a votare il 20 e 21 settembre? – Video

next
Articolo Successivo

Referendum, il tipico caso del trucco che c’è e si vede pure

next