“Io sono fuori, forse stando dentro si perde un po’ di libertà e si acquista in competenza, ma un punto di vista fuori ci vuole sempre. I cittadini devono poter andare avanti potendo dire la loro con dei sistemi tecnologici che noi per primi al mondo abbiamo fatto. E non è una difesa di Rousseau, più o meno, è una difesa di una tecnologia che abbiamo fatto noi e dobbiamo ringraziare le persone che l’hanno fatta: Casaleggio padre e Casaleggio figlio”, così Beppe Grillo, in collegamento con la conferenza stampa al Senato sul decreto Mise su comunità energetiche e l’autoconsumo. Presenti i capigruppo 5 Stelle di Camera e Senato – Davide Crippa e Gianluca Perilli -, il presidente della Commissione Industria di Palazzo Madama Gianni Girotto e il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Il garante del Movimento 5 stelle, poi ha ringraziato gli esponenti del M5s e ha concluso: “Voi siete i miei figli, vi amo da morire”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grillo al M5s: “Fate capire alla sinistra che le idee vanno perseguite. Loro ne hanno poche, la destra non ne ha, noi alcune: vanno unite forze”

next
Articolo Successivo

Referendum, la crisi della sinistra non si può ridurre ai singoli: ha ragioni profonde

next