Un ringraziamento agli studenti e alle studentesse, “che hanno pagato il prezzo più grande di questa emergenza”. Così il premier Giuseppe Conte ha voluto concludere il suo intervento introduttivo durante la conferenza stampa per l’avvio del nuovo anno scolastico tenuta insieme ai ministri Lucia Azzolina, Paola De Micheli e Roberto Speranza. “La scuola chiusa, la didattica a distanza è stato un peso enorme. La tecnologia che avete a disposizione non ha potuto compensare la rinuncia che siete stati chiamati a compiere”, ha aggiunto il presidente del Consiglio che, assicurando la ripartenza per il 14 settembre ha ammesso che “ci potranno essere difficoltà”. “Ma invito a rispettare le regole e affrontare con fiducia questo anno. Quest’anno si torna a scuola, in presenza”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola, Conte: “L’anno scolastico comincerà regolarmente il 14 settembre. La riapertura è una sfida per tutto il sistema Italia”

next
Articolo Successivo

Riapertura scuole, rinvio per 7 Regioni: ecco le date. I presidi: “Difficile rispettare il 14”

next