“Gli italiani sono tenuti sotto ostaggio, a distanza e mascherinati e intanto fanno sbarcare migliaia di balordi che fanno quello che vogliono, vanno dove vogliono, sputazzano, infettano. E basta, e basta: se le regole ci sono dovrebbero valere per tutti”. Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante un comizio a San Vincenzo (Livorno). Ormai un refrain che viene ribadito più volte al giorno, in ogni piazza e in ogni gazebo: Salvini batte sul chiodo dei migranti per tentare di solleticare la pancia del suo elettoratoe risalire nei sondaggi in vista delle elezioni regionali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Salvini a Viareggio, in piazza la contestazione del candidato Pd alle regionali: “Vergogna. Non si scherza con l’antifascismo”

next
Articolo Successivo

Per Salvini le raccomandazioni su distanziamento e mascherine sono “terrorismo quotidiano”. E se la prende con i giornalisti

next