Poco ha a che fare con il film The Terminal se non perché la protagonista della storia si è trovata abbandonata in aeroporto suo malgrado. Aveva solo 9 mesi, Emilie, quando i suoi genitori l’hanno lasciata a Parigi-Orly, scalo francese. Oggi, stando a Il Messaggero, Emilie a 26 anni è decisa a ritrovare i suoi genitori naturali, quelli che il 19 settembre del 1994 la lasciarono in mezzo a tanta gente, in un luogo di partenze e ritorni. Impiegata in una catena di alberghi di lusso a Aix en Provence, Emilie vuole sapere la verità: “Non provo rancore per nessuno, al contrario penso che lasciarmi vicino a quella cabina telefonica sia stato un grande atto d’amore, per salvarmi da qualcosa“. Il suo appello è stato affidato al social e da giorni viene condiviso: “Sono sicura che da qualche parte qualcuno sa, aiutatemi… Voglio solo sapere la verità, avere delle risposte per costruirmi, il mistero sulle mie origini rimbomba negli abissi della mia immaginazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Flea dei Red Hot Chili Peppers si allena a canestro: terzo tempo show nel giardino di casa

next
Articolo Successivo

Alessandro Sallusti fa una dichiarazione d’amore improvvisa: “La vita con te è bella. Ci siamo conosciuti in modo avventuroso…”. Ecco come

next