“Non siete in guerra, non partite. Perché qui il permesso di soggiorno non lo otterrete. Il risultato saranno solo i rimpatri“. A dirlo, in un videomessaggio su Facebook, è il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che si rivolge direttamente ai cittadini della Tunisia, Paese dal quale negli ultimi giorni si sono intensificate le partenze dirette in Italia. Il titolare della Farnesina ha spiegato che il governo sta lavorando a un accordo con la Tunisia perché le imbarcazioni “vengano sequestrate e affondate”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, De Luca annuncia altre ordinanze: “Controlli sierologici su pullman dall’Est Europa e carta d’identità nei ristoranti”

next
Articolo Successivo

“Bambini rom come animaletti”, polemica per la frase della consigliera comunale leghista. Poi le scuse: “Non intendevo quello”

next