La chiamano Bat Woman, perché per più di 15 anni ha studiato i pipistrelli nelle grotte. Gli stessi dai quali si è originato il Covid, pandemia globale del 21°secolo. Shi Zhengli, 56 anni, virologa cinese con dottorato in Francia, è alla guida di un gruppo che studia il Sars-CoV-2 presso l’istituto di virologia di Wuhan, che Trump ha accusato di avere creato il virus in laboratorio. Affermazioni smentite categoricamente da Shi: in un’intervista a Science si scaglia contro il presidente americano, che dovrebbe scusarsi con la Cina per l’uso di slogan come “Virus di Wuhan”, “Virus cinese” e anche ”Kung Flu”. Perché il coronavirus, dice, “non è nato a Wuhan“.

“Le affermazioni del presidente Trump che il Sars-CoV-2 è uscito dal nostro istituto contraddicono totalmente i fatti, danneggiano il nostro lavoro accademico e la nostra vita personale. Il presidente Trump ci deve le sue scuse”, ha detto Shi alla rivista scientifica.

“La probabilità che il virus sia passato direttamente da un pipistrello a un uomo è molto bassa. Tendo a sostenere lo scenario dell’animale intermedio. Dove questo sia avvenuto non è ancora stato scoperto. Sappiamo dalla storia, come quella dell’Hiv (il virus dell’Aids), che i luoghi dove sono scoppiate le grandi malattie di solito non sono gli stessi in cui sono originate, vale a dire non sono quelle dove è accaduto lo spillover (il salto da animale a uomo, ndr ). Non credo che il passaggio sia avvenuto a Wuhan”. Il mercato, quindi, “potrebbe essere stato solo un luogo affollato dove si è verificato un focolaio”. Rispetto alla possibilità che il coronavirus sia stato originato nel suo laboratori, Shi lo esclude e afferma: ”Posso garantirlo sulla mia vita”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, ecco come funziona il vaccino di Oxford. Oltre 32mila persone disposte a inocularsi Sars Cov 2 per testarlo

next
Articolo Successivo

Glifosato sotto accusa: oltre agli effetti sull’uomo ricerchiamo quelli sull’ambiente

next