“I giornalisti fuori mi aspettavano ma io parlo di cose reali non di fantasie“. Lo ha detto Matteo Salvini intervenendo al convegno ‘Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti al Senato in merito alla vicenda sulla fornitura di camici che coinvolge il governatore della Lombardia, il leghista Attilio Fontana. Il leader della Lega ha poi attaccato i giornalisti, come già fatto da Fontana in Consiglio regionale. “Mark Twain diceva che il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e poi pubblica il falso, con una menzione particolare agli amici del Tg1 e del Corriere“. Secondo Salvini, che non ha voluto parlare del caso con i cronisti, “Fontana è stato sbattuto sui giornali perché la mamma morendo gli ha lasciato l’eredità e gliel’ha lasciata in Svizzera

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Fontana, una domandina agli elettori

next
Articolo Successivo

Caso camici, mozione di sfiducia dal centrosinistra contro Fontana: “Ormai a fine corsa”. Solo Iv lo assolve: “Noi non firmiamo”

next