Ben ritrovati a tutti nella rubrica più seguita nei meandri del basso Kazakistan.

La settimana comincia con una pillola di dolcezza: la nonna di Harvey Elliott, calciatore del Liverpool, scrive un commento sotto un post pubblicato dalla squadra inglese chiedendo a suo nipote come stesse. Non importa se tu sia diventato un calciatore milionario, tua nonna ti regalerà un maglione orribile a Natale e vorrà sempre sapere se hai mangiato.

Visualizza questo post su Instagram

La nonna di Harvey Elliott, all’improvviso, sotto un post del Liverpool ❤️ [da @calcioinglese]

Un post condiviso da CALCIATORI BRUTTI (@calciatoribrutti) in data:

Nella serata di lunedì invece succede di tutto. In Siviglia-Eibar, al 95’, il portiere della squadra di casa, Vaclik, si fa male ma i cambi sono terminati. Preso forse dai ricordi nostalgici di quando andava in porta alla tedesca, Lucas Ocampos (che ha segnato il gol dell’1-0) mette i guantoni e va fra i pali per l’ultimo assalto dell’Eibar. Calcio d’angolo per gli ospiti, sale addirittura il portiere dell’Eibar, Mitrovic, ed è proprio lui a calciare a botta sicura. Ocampos para, la difesa spazza e l’arbitro fischia la fine del match. Il Siviglia vince e Ocampos, oltre il +3 per il gol, prende anche l’imbattibilità come portiere. Universale.

Martedì è il giorno del rocambolesco Milan-Juventus, ma prima spazio agli annunci pubblicitari: stai cercando un lavoro che non ti dia assolutamente indipendenza economica e che ti dia uno stipendio in grado di mantenerti solo per 5 giorni? Abbiamo quello che fa per te. Lo Spartak Varna, squadra di terza divisione bulgara, sta cercando un difensore su LinkedIn. Requisiti:

– Che sappia giocare nel 3-5-2;

– Titolo di studio: battesimo;

– Abilità nel destreggiarsi col coltellino: estremamente elevata ma non chiedeteci perché.

Ed eccoci a Milan-Juve, che resterà una partita unica nella storia: siamo sicuri infatti che il gol di Adrien Rabiot arrivato dopo un tunnel, un coast to coast di 40 metri e un tiro sotto l’incrocio sia un evento più unico che raro.

La Juve raddoppia con Cristiano Ronaldo e finisce letteralmente la partita dei bianconeri. Calcio di rigore per il Milan, CR7 dice a Szczesny che conosce Ibra e Zlatan segna. Grande Cris, dacci le quote. Kessié pareggia i conti, Leaõ completa la rimonta e chiama sua mamma che gli aveva detto di fare lo squillo non appena fosse arrivato a San Siro. Rebić poi dilaga e fa 4-2. Ora il Milan punta a una pandemia all’anno, dato che porta bene.

Mercoledì la cosa più bella che abbiamo visto è Seedorf conciato come l’amico di Chuck Norris che in Walker Texas Rangers le prendeva sempre di brutto.

Visualizza questo post su Instagram

Intanto @clarenceseedorf è diventato un attore americano che sconfigge la criminalità con calci e pugni.

Un post condiviso da CALCIATORI BRUTTI (@calciatoribrutti) in data:

Giovedì è stato l’anniversario dell’Italia campione del Mondo nel 2006. Un Mondiale che ha cambiato per sempre lo sport di questo paese, un Mondiale pieno di fenomeni, giocate e momenti che rimarranno nella storia. Eppure, quel 9 luglio si potrebbe riassumere con una foto: la Nazionale che ha appena vinto una Coppa del Mondo, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, le più grandi autorità del governo italiano e sul tavolo le crostate preconfezionate da 3 euro e 50 del discount. Mai nessuno come noi.

Visualizza questo post su Instagram

In questo indimenticabile scatto del 9 luglio 2006 possiamo gustarci: – Oddo sufficientemente ubriaco da credere ancora di essere in campo ad alzare la coppa; – Pirlo abbastanza ubriaco da aver mandato a puttane il suo sistema nervoso centrale; – La Ministra Giovanna Melandri finita in uno spogliatoio di bestie i cui unici odori riconoscibili sono sudore, ignoranza e birra in lattina; – Totti con l’espressione di chi si è dimenticato di spegnere il boiler prima di uscire di casa; – Il Pres. Napolitano che non ha ancora capito dove si trova e nel dubbio si ingozza; – Uno in giacca e cravatta che vista l’espressione probabilmente è stato aggiunto dopo con Photoshop.

Un post condiviso da CALCIATORI BRUTTI (@calciatoribrutti) in data:

Venerdì in Real Madrid-Alaves, al quinto cambio di Zidane, Gareth Bale prima se la ride, poi si mette la mascherina sugli occhi e si fa un pisolino. Praticamente una giornata qualunque di un dipendente comunale.

Sabato invece, in Brescia-Roma, bastano 7 minuti a Nicolò Zaniolo per entrare e tornare al gol dopo oltre 200 giorni. Gli allenamenti nella stanza dello spirito e del tempo sono andati bene, ora deve prepararsi a superare il limite del Super Sayan per gli Europei della prossima estate.

La domenica scende in campo la Serie A che ha confermato la Legge di Murphy, che sostanzialmente è un principio scientifico e filosofico che afferma che se una cosa può accadere, accadrà. Se una cosa può andar male, andrà male. Parma-Bologna, gol di Danilo. Niente da aggiungere.

Nel posticipo invece le due squadre più in forma del campionato si affrontano per dare spettacolo: Slavia Sofia-Ludogorets finisce 3-1. Ah c’era anche Napoli-Milan? Aspettate che andiamo a controllare su internet. Ok, è finita 2-2. Ma tu guarda, ha segnato ancora Theo Hernandez, buono, l’abbiamo messo titolare al fantacalcio. Ma come abbiamo fatto a perdere 1-5?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Manchester City parteciperà alla prossima Champions League: il Tas annulla la squalifica per violazione del fair play finanziario

next