Lascia la madre da sola in autostrada, arriva a un capolinea dei tram di Milano, aggredisce un autista e prende il controllo di un mezzo fino a quando non viene fermato dalla polizia. Finisce all’ospedale Niguarda, in attesa di una valutazione psichiatrica, la folle avventura di un 39enne. L’uomo era ricercato da questa mattina dopo che, verso le 9, aveva lasciato la propria madre a piedi sulla autostrada A7 all’altezza dell’uscita di Binasco. A seguito di una lite per futili motivi, l’uomo aveva strattonato la madre fuori dal veicolo che stava guidando, ne aveva preso il possesso e si era dileguato facendo perdere le proprie tracce.

Tre ore dopo, intorno alle 12.30, il 39enne si è recato al capolinea del tram 3 a via de‘ Misasaglia, zona Gratosoglio, nella periferia sud di Milano. Lì è salito a bordo di un mezzo dell’Atm, ha aggredito il conducente e ha preso il controllo del mezzo, riuscendo a guidarlo per pochi metri. Nel frattempo l’uomo è stato raggiunto dalla polizia che lo ha rintracciato seguendo il gps del cellulare, mentre il conducente aggredito ha chiamato l’azienda di trasporti per bloccare il flusso di corrente al mezzo. L’auto dell’uomo, invece, è stata ritrovata accesa a via Gutenberg, circa 10 chilometri più a nord del luogo in cui è avvenuta l’aggressione. Fermato dalla polizia, è stato portato all’ospedale Niguarda per delle valutazioni psichiatriche, mentre la madre e il conducente del tram sono stati trasportati in ospedale. A causa delle ferite riportate, la donna di 64 anni è stata ricoverata con codice giallo all’Ospedale Humanitas.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati – Contagi ancora in salita: 276. 5mila tamponi in meno rispetto a ieri

next
Articolo Successivo

In fiamme 40 ettari di bosco in Puglia: i vigili del fuoco intervengono con i canadair – Le immagini

next