Nel giorno in cui in Gran Bretagna riaprono i pub, anche il leader del Brexit Party, Nigel Farage, non ha saputo resistere alla tentazione di una pinta di birra. Il problema è che l’antieuropeista di ferro doveva rimanere in quarantena obbligatoria per altri due giorni, secondo quanto riferito da Sky News Uk che cita un deputato liberaldemocratico, perché tornato recentemente da un viaggio negli Stati Uniti. Così, per lui sarebbe scattata una denuncia da parte del parlamentare che ha scritto alla polizia del Kent perché indaghi, dicendosi sicuro che Farage il 20 giugno era ancora in America, dato che si è fatto fotografare a un comizio di Donald Trump, e che quindi con l’uscita al pub ha violato di almeno un giorno i termini della quarantena.

A tradirsi è stato lo stesso Farage e sempre con una foto. Poco dopo essersi seduto al bancone e aver ordinato la sua pinta, il politico si è fatto immortalare con il suo boccale in mano e la didascalia: “Ore 12, sono il primo cliente. Che bello”. Ma il leader del Brexit Party, in serata, ha poi risposto alle accuse del deputato liberaldemocratico con un altro post. Altra foto con in mano una birra e altro messaggio: “A tutti coloro che gridano per la mia presenza al pub… Sono tornato dagli Stati Uniti da due settimane e ho effettuato i test. Il risultato era negativo. Mi dispiace deludervi. Salute!”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zurigo, tigre siberiana attacca una dipendente dello zoo: morta donna di 55 anni. L’esemplare è in isolamento

next
Articolo Successivo

Patrick Zaki invia una lettera alla famiglia: “Sto bene. Mi mancate molto, non riesco a esprimerlo a parole. Ma presto sarò libero”

next