Napoli non rinuncia al consueto appuntamento con il Pride. Centinaia di persone hanno preso parte al flash mob organizzato in piazza del Plebiscito che per l’occasione si è tinta dei colori arcobaleno. Un Pride necessariamente diverso dalla consueta parata per le vie del centro. Per molti giovani era la prima volta ma non sono rimasti delusi e nei limiti del possibile si è tentato di mantenere il distanziamento sociale. “Era necessario tornare in piazza – dicono gli organizzatori – e seppur senza la consueta sfilata era necessario ricordare che la battaglia per i diritti resta viva”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pride, da Berlino a Manila e New York: molte le manifestazioni in piazza nonostante il Covid

next
Articolo Successivo

Egitto, la danzatrice del ventre Sama El Masry condannata a 3 anni di carcere per “incitazione all’immoralità e alla dissolutezza”

next