Giorgia Meloni ha detto seraficamente che non scaricherà l’app Immuni e ha invitato gli italiani a fare come lei. Questo è un messaggio gravissimo, perché lei è la leader di un partito al 15% e fa passare un messaggio totalmente opposto rispetto a quanto sostenuto dagli esperti e dal comitato scientifico. Mi dà fastidio quando un cittadino sbaglia, ma mi fa profondamente incavolare quando a sbagliare e a dare messaggi sbagliati è qualcuno o qualcuna che dovrebbe dare l’esempio”. Così a “Otto e mezzo”, su La7, il giornalista de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, commenta le dichiarazioni della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che ieri, intervenendo alla trasmissione ‘Non è un Paese per giovani’ (Radio Due), ha invitato gli ascoltatori a non scaricare l’app Immuni, perché “è una iniziativa fatta in violazione del codice appalti e delle norme italiane”.

Scanzi menziona poi il caso del numero del tennis mondiale, Novak Djokovic, risultato positivo al coronavirus in occasione dell’Adria Tour, torneo benefico da lui organizzato senza far ricorso alle precauzioni anti-Covid. E aggiunge: “I virologi hanno sempre litigato anche a febbraio e anche in quel mese c’erano i ‘tremendisti’ e quelli che dicevano che andava tutto bene. La maggioranza diceva che andava tutto bene. Noi ci siamo fidati e abbiamo sbagliato, io per primo. Fare però lo stesso dibattito a metà giugno è doppiamente grave, perché sono passati quattro mesi e ci sono state decine di migliaia di morti. Quindi, credo che nel dubbio, che è quello in cui viviamo adesso, sarebbe molto meglio lasciare un messaggio più ‘tremendista’ che non possibilista. Se si è in dubbio, è molto meglio stare più attenti”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, Boccia su La7: “Covid è ancora tra noi. Gli assembramenti sono uno schiaffo ai morti e al personale sanitario”

next
Articolo Successivo

Anpal, lettera a Conte da 9 parlamentari dei partiti di maggioranza: “Agenzia bloccata e Parisi in conflitto di interessi, intervenire”

next