Chi lo conosceva lo descrive come un paracadutista esperto: ma ieri, forse per il forte vento o per una manovra sbagliata, Sandro Inghileri, 49 anni, ha perso il controllo della sua vela ed è precipitato a Trappeto, nel Palermitano, sui binari della ferrovia. Immediatamente soccorso, è stato trasportato all’ospedale di Villa Sofia in gravissime condizioni: è morto questa mattina.

Inghileri, residente a Partinico, lavorava come bracciante agricolo. Domenica si è lanciato dalla costa rocciosa con pareti a picco che sovrasta Trappeto in direzione di Balestrate, ma, secondo una prima ricostruzione, la vela si sarebbe impigliata tra gli alberi. Nelle operazioni di soccorso sono intervenuti i vigili del fuoco, ora indagano i carabinieri per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, nuovo focolaio a Roma: l’istituto religioso Teresianum posto “sotto sorveglianza sanitaria”

next
Articolo Successivo

Amministratori sotto tiro, il rapporto di Avviso pubblico: “Ogni 15 ore una minaccia a sindaci o consiglieri. E con la crisi aumenteranno”

next