Per il portavoce della municipalità della capitale cinese, Xu Hejian, la situazione a Pechino è “estremamente grave”. La scoperta del nuovo focolaio nel mercato di Xinfadi, il più grande nella capitale, ha portato il numero dei contagiati a 106, di cui 27 solo nelle ultime 24 ore. In pratica, il record di infetti da due mesi a questa parte.

In totale, salgono così a 83.221 i contagi in tutto il Paese, mentre il numero dei decessi resta fermo a 4.634. Per affrontare il nuovo focolaio, già da sabato erano scattate le prime misure di contenimento: una volta chiuso il mercato, era scattato il lockdown anche per undici quartieri residenziali della zona. La quarantena è stata poi estesa ieri anche ad altri dieci aree, aumentando così a 21 le zone della capitale cinese – che conta oltre 20 milioni di abitanti – messe in isolamento. Attività sportive ed eventi culturali sono stati nuovamente fermati e sono stati intensificanti i controlli. La Capitale è impegnata “in una lotta contro il tempo” per fermare il contagio, attraverso “le misure più strette, decisive e determinate”, ha detto il portavoce di Pechino Hejian: per questo, oltre alla disinfezione dello spazio pubblico, saranno ripresi anche i controlli della temperatura che erano stati sospesi con l’allentamento delle norme di distanziamento sociale.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maddie, la procura tedesca comunica ai genitori la morte della figlia. Loro negano: “Non è vero che ci hanno scritto”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la Nuova Zelanda non è più Covid-free: primi contagi dopo tre settimane

next