Simon Cowell, giudice di America’s Got Talent, non ha potuto trattenere le lacrime. E ha condiviso l’esibizione di Archie Williams, cantante che ha trascorso 37 anni in carcere dopo che, nel 1982, una donna è stata violentata e uccisa nella sua casa e lui è stato ingiustamente accusato dei due reati. L’intera giuria si commuove. Archie è stato riconosciuto non colpevole il 20 novembre 2019 e ha coronato il suo sogno di cantare sul palco di America’s Got Talent.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Arisa: “Da oggi indosserò una parrucca e guai a chi fiata”. Poi spiega la motivazione

next
Articolo Successivo

La Casa di Carta, ecco perché Il Professore ringrazia la soap opera Il Segreto (che ha chiuso per sempre)

next