Bagarre a “Non è l’arena” (La7) tra il giornalista David Parenzo e il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, durante una discussione sulm caso di Silvia Romano. Il primo contesta il titolo del quotidiano dedicato alla giovane cooperante milanese, ma Sallusti difende pervicacemente la sua critica all’abito indossato da Silvia Romano, paragonato a una divisa nazista.

I toni si accendono quando Parenzo accusa Sallusti di aver dato in pasto Silvia Romano all’opinone pubblica, scatenando le ire più basse della gente. Il direttore de Il Giornale non ci sta: “Veramente sono stati Conte e Di Maio a darla in pasto all’opinione pubblica, non certo io. Ma visto che Parenzo non ha mai vinto un premio Nobel per il giornalismo…”.
Lo interrompe immediatamente Parenzo che ricorda: “Veramente tu per mesi hai sostenuto che Ruby Rubacuori fosse la nipote di Mubarak, caro Pulitzer“.
“Stai zitto!”, intima ripetutamente Sallusti.

Parenzo, richiamato dal conduttore Massimo Giletti, rincara: “Lezioni di giornalismo da chi ha sostenuto che Ruby Rubacuori fosse la nipote di Mubarak non le accetto“.
Tu sei un fascista e per di più cretino – accusa più volte Sallusti – E siccome ti conosco e so che sei un sadomasochista, a te queste cose piacciono. Tu sei un cretino, sei un pallone gonfiato, sei un deficiente”.
Sallusti non placa la sua ira neppure quando Giletti dà la parola Vauro, che interrompe con nuovi insulti a Parenzo: “Sei un fallito, sei l’utile idiota di Cruciani e ho detto tutto. Sei un deficiente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Roma, Raggi su La7: “Ricandidarmi sindaca? Ho ricevuto tante richieste e sostegno, ma ora penso alla fase due. Grillo? Ci sentiamo”

next
Articolo Successivo

Fca, Calenda su La7: “Prestito con garanzie pubbliche? Se lo paghino gli Agnelli rinunciando al dividendo da 5,5 miliardi. Ora basta”

next