Polizia, carabinieri e vigili. Persino l’esercito. Il giorno dopo le immagini di ieri sera, che vedevano i Navigli affollati per l’ora dell’aperitivo, definite “preoccupanti” dall’Istituto superiore di sanità, e le polemiche, lungo le sponde dei corsi d’acqua ci sono poche persone, mentre sono stati rafforzati i controlli. Vigili e poliziotti fanno su e giù dove i locali iniziano ad aprire per l’aperitivo d’asporto, (molti con cartelli che raccomandano di evitare assembramenti) ma i clienti ancora scarseggiano. Pattuglie anche lungo la Darsena, dove alcuni cittadini sono stati fatti alzare dalle panchine. Dopo i video dell’aperitivo a Milano, il sindaco Giuseppe Sala, aveva mandato un ultimatum: “O si cambia, o li chiudo”.

di Agenzia Vista

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Valerio Taglione morto, addio al coordinatore del comitato don Diana e anima delle iniziative anticamorra. Fico: “Profondo dispiacere”

next
Articolo Successivo

Franco Cordero morto, addio al giurista e scrittore che paragonò Berlusconi al caimano

next