Era dallo scorso 15 marzo che non si registrava un numero di vittime così basso: 260 decessi. Da allora, per circa un mese e mezzo, i decessi avevano sempre superato la soglia dei 300. La curva epidemiologica si mantiene ai suoi minimi: aumentano gli attualmente positivi (+256) ma è il risultato della diminuzione dei guariti e della riduzione dei morti. Secondo i dati della Protezione civile diffusi nella serata di domenica, ci sono 2324 casi in più rispetto a ieri (tenendo conto anche di vittime e guariti) che portano il totale a 197.675 dall’inizio della pandemia. Continuano a calare i ricoverati in terapia intensiva: oggi sono 93 in meno. I guariti sono stati 1.808 nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 2.622). La regione Lombardia, da sola, registra il 40% dei nuovi casi in Italia, di cui la metà a Milano: il tasso di contagi cresce del 3,13% nella città, del 2,58% se si guarda all’intera provincia.

I numeri complessivi: In Italia quindi il totale dei contagiati – ma considerando anche deceduti e guariti – arriva a 197.675. Gli attualmente positivi sono 106.103, mentre le persone ricoverate in terapia intensiva sono 2.009, di cui 706 in Lombardia. Altri 21.372 pazienti sono ricoverati con sintomi (161 in meno rispetto a ieri) mentre 82.722 persone si trovano in isolamento domiciliare, 510 in più rispetto a ieri. In totale sono 64.928 i guariti dal coronavirus in Italia dall’inizio della pandemia, mentre 26.644 i decessi.

Lombardia: calo dei decessi e dei ricoveri, ma aumentano i contagiIn forte calo i decessi, ma contagi in crescita rispetto a ieri: questo è il quadro che emerge dai dati diffusi dalla Regione. Il totale dei positivi in regione è 72.889, con un aumento di 920 unità: la metà solo nell’area di Milano. Ieri i nuovi casi erano stati 713, duecento in meno. I decessi sono 13.325 in totale, con un aumento di 56, circa un terzo di ieri (163). Era dal 7 marzo che in Lombardia non si registrava un aumento così basso di vittime. Continuano a calare i posti letto occupati nei reparti degli ospedali: in terapia intensiva sono 706, con un calo di 18, mentre negli altri reparti ci sono 8481 con un calo di 8 (ieri il decremento più incisivo, -302). Nella città metropolitana di Milano tornano a salire i contagi, arrivando praticamente ai livelli di venerdì: il totale dei positivi è 18.371, con 463 nuovi casi nella provincia, di cui 241 a nel capoluogo. Ieri c’erano stati 219 nuovi casi, di cui 80 a Milano città. Leggero aumento anche a Bergamo, (+66), mentre continua il calo in una delle province più colpite dalla pandemia, cioè quella di Brescia, che ha fatto registrare solo 24 nuovi casi (ieri erano stati 65). A Lodi, primo focolaio di coronavirus in Italia, la situazione, solo 23 nuovi positivi.

Tamponi – Ad oggi sono stati effettuati 1.757.659 tamponi che hanno riguardato complessivamente 1.210.639 persone. L’incremento del numero dei tamponi rispetto a ieri è di 49.916.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, dal 4 maggio si potrà fare attività sportiva all’aperto (da soli) e comprare cibo da asporto. Obbligo di mascherine sui mezzi pubblici. Negozi aperti dal 18, parrucchieri ed estetisti da giugno

next
Articolo Successivo

Coronavirus, addio al neurologo Arrigo Moglia. “Parlava guardandoti negli occhi. Con i pazienti lavorava sull’accettazione della malattia”

next