C’è un ‘paziente 1’ sull’Isola di Pasqua. Quasi incredibile pensare che il Covid-19 sia arrivato in un luogo così remoto e incontaminato. Eppure così è, come ha spiegato il sindaco Pedro Edmunds Paoa a La Stampa. “Stiamo risalendo ai contatti di questa persona per evitare i nuovi casi. L’unica struttura sanitaria ha due letti di terapia intensiva e poi abbiamo un aereo-ambulanza per il trasporto di pazienti gravi verso il continente. Tecnicamente potremmo curare solo tre pazienti“. E le parole del sindaco, nonostante il paziente sia in condizioni stabili, sono piene di preoccupazione: “La propagazione del virus sarebbe un disastro, potrebbe essere la nostra fine“. Come ha fatto il Covid-19 ad arrivare fino all’Isola di Pasqua? I Moai, i massi che sono la principale attrazione di questa isola che conta circa 7mila abitanti, attirano moltissimi turisti ogni anno. Attualmente, 700 turisti provenienti da Paesi dove il contagio da coronavirus è diffuso si trovano sull’Isola di Pasqua.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, organizzano un festino a base di sesso e droga durante il lockdown: otto arresti

next
Articolo Successivo

Coronavirus, l’applauso dei duchi di Cambridge per medici e infermieri: George, Charlotte e Louis partecipano al flash-mob

next