Dopo lo scandalo Cambridge Analytica, l’immagine di Facebook ne ha fortemente risentito in maniera negativa. A distanza di due anni ne è testimonianza la nuova funzionalità introdotta da Mozilla sul proprio browser Web Firefox, chiamata Facebook Container, che mira a “isolare” il popolare social network dal resto dei dati di navigazione, così da evitare tracciamenti indesiderati delle proprie abitudini di navigazione.

Insomma le preoccupazioni riguardanti la privacy e la gestione dei dati personali sono ancora vive nei confronti del social di Mark Zuckerberg, tanto da spingere una software house a sviluppare un’apposita funzione di isolamento come risposta a preoccupazioni evidentemente ancora vive tra gli utenti.

“Facebook è in grado di tracciare la maggior parte delle tue attività sul Web e associarle alla tua identità su Facebook. Vuoi impedirglielo? L’estensione Facebook Container isola la tua identità in un contenitore di schede separato, rendendo più difficile per Facebook tracciarti su siti esterni” si legge esplicitamente sulla pagina ufficiale Mozilla dedicata alla nuova funzione.

Facebook Container non è disponibile nella versione mobile di Firefox, perché ovviamente su smartphone tutti utilizzano l’apposita app, ed è quindi implementata solo nella versione desktop. L’uso è semplice. Anzitutto bisogna scaricare l’apposita estensione e attivarla. In seguito, ogni volta che visiteremo una pagina Facebook, Container farà in modo di aprirla in una scheda contrassegnata da una riga blu. L’esperienza d’uso del social non cambierà, ma la scheda renderà più difficile a Facebook usare le nostre attività al di fuori del social per generare annunci pubblicitari o messaggi mirati.

Tutto ciò ovviamente non rappresenta una soluzione definitiva per la privacy, e lo sa bene anche Mozilla, che infatti sulla pagina dedicata all’estensione, riporta quanto segue: “È importante ricordare che questa estensione non impedisce a Facebook di usare i dati che ha già raccolto (o a cui è già stato dato il permesso di accedere). Facebook avrà ancora accesso a tutto ciò che fai quando visiti facebook.com, inclusi commenti di Facebook, foto, Mi piace, dati condivisi con app collegate a Facebook etc.”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Samsung Galaxy A11, ufficiale il nuovo smartphone economico del colosso sudcoreano

next
Articolo Successivo

Microsoft Surface Go, tablet da 10 pollici con processore Intel Pentium scontato del 23% su Amazon

next