Il governo attendeva il parere dell’Istituto superiore della sanità. Con questa motivazione il premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa per aggiornare sulla situazione del coronavirus ha spiegato la notizia uscita oggi sulla chiusura delle scuole e la frenata della ministra Lucia Azzolina di pochi minuti dopo. “Noi abbiamo domandato a Brusaferro per un approfondimento sulle scuole. Abbiamo impiegato un p’ di tempo, l’uscita della notizia oggi è stata improvvida”, ha detto il presidente del Consiglio. Quello di questa mattina, ha aggiunto, “non era formalmente un Cdm, ma ho riunito tutti per un aggiornamento e ho richiesto la presenza del presidente dell’Istituto superiore di sanità, Brusaferro, che ci ha aiutato, insieme al ministro Speranza, a valutare la situazione attuale epidemiologica, e l’andamento dei contagi. Le valutazioni dei tecnici ci sono servite, anche ai ministri, per un aggiornamento a 360 gradi sulla situazione emergenziale”. “Non ci siamo lasciati con una decisione finale in quanto avevamo demandato al professor Brusaferro – ha continuato – un approfondimento per avere tutti gli elementi di valutazione. La valutazione tecnico-scientifica ci e’ arrivata da poco, ed è mia responsabilità, in quanto firmatario del decreto della presidenza dei ministri, disporre la chiusura delle scuole“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regionali M5s, Crimi: “Voto online per decidere se allearsi col Pd in Liguria. Correremo da soli in Puglia, Marche, Toscana e Veneto”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il messaggio del premier Conte per spiegare le misure prese dal governo: il video integrale

next