Le scuole e le università sospenderanno l’attività didattica fino al 15 marzo. Ad annunciarlo in conferenza stampa il premier Giuseppe Conte e la ministra Lucia Azzolina. “Abbiamo aspettato il parere del comitato tecnico scientifico e abbiamo deciso prudenzialmente di sospendere le attività didattica – ha spiegato la ministra – Mi impegnerò a far sì che il servizio pubblico essenziale, seppur a distanza, venga fornito a tutti i nostri studenti”. A spiegare le motivazioni è il presidente del Consiglio che specifica: “Siamo concentrati a mettere in campo tutte le misure per ottenere un contenimento o un ritardo della diffusione del virus. Abbiamo un sistema sanitario che per quanto eccellente rischia di andare in sovraccarico, non possiamo supplire potenziandolo in breve tempo”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

GFVip, Antonella Elia: “Licia Nunez sta male? Bene, sono contenta”

next
Articolo Successivo

Sono le Venti (Nove), grandi magazzini deserti e impennata di acquisti online. Federdistribuzione: “In tilt i tempi di consegna”

next