“L’effetto delle misure adottate la scorsa settimana è un effetto che non può avvenire prima di 8-10 giorni, e il tempo è dato dal tempo di incubazione. I casi che oggi segnaliamo sono casi che, molto verosimilmente, hanno contratto l’infezione prima che adottassimo queste misure“, così Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, in conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza coronavirus. “Chi può fare il tampone? Una persona che è stata in contatto stretto e prolungato con una persona positiva deve mettersi in isolamento. Ma il tampone ha un valore limitato al tempo in cui fa il tampone. La misura più importante di prevenzione è che chi ha un contatto stretto e prolungato con un positivo si ponga in condizione di non trasmettere”. E poi aggiunge: “Visto che siamo in stagione influenzale, la sintomatologia è molto simile almeno nelle fasi iniziali, quindi in questo caso diventa importante il tampone”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la diretta – I contagiati sono oltre 1500, 41 le vittime di cui 31 in Lombardia. 140 pazienti sono in terapia intensiva

next
Articolo Successivo

Napoli, 15enne tenta di rapinare carabiniere non in servizio con una pistola finta: lui lo uccide. Le immagini dal luogo della sparatoria

next