Un 15enne è stato ucciso da un carabiniere a Napoli dopo un tentativo di rapina. Secondo le ricostruzioni il ragazzo, armato di pistola finta in metallo, insieme a un complice anche lui minorenne, si è avvicinato a bordo di uno scooter all’auto del militare in abiti civili, e non in servizio, cercando di rubargli il rolex. Il 23enne ha quindi preso l’arma di servizio, esplodendo, secondo quanto riferito da il Mattino, tre colpi di pistola alla testa e al torace. Nelle immagini la zona della sparatoria.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Brusaferro (Iss): “Effetto misure adottate visibile solo tra una decina di giorni. Attuali casi già infetti prima dell’emergenza”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, chiusa la chiesa San Luigi dei francesi a Roma: da lì partito prete risultato positivo a Parigi

next