“Stiamo esaminando il problema in questo momento e stiamo guardando ad un paio di Paesi, pochi Paesi che hanno un numero un po’ sproporzionato di casi di coronavirus”, così Donald Trump ha risposto alla domanda di un giornalista che prima del suo volo per il South Carolina gli ha chiesto se allargherà il divieto di viaggiare negli Stati Uniti ad altri Paesi, per esempio l’Italia. “Prenderemo una decisione molto presto”, ha aggiunto, dopo aver sostenuto che il basso numero di casi in Usa è merito in particolare della sua decisione di chiudere tempestivamente i confini a certe aree del mondo, cioè la Cina da dove è partita l’epidemia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siria, intesa Russia-Turchia. Erdogan: “Ingestibile nuova ondata di profughi”. E al confine gli agenti greci ne respingono 4mila

next
Articolo Successivo

Parigi, premio César al regista Roman Polanski: centinaia di femministe protestano fuori dalla sala della cerimonia

next