Dispenser di disinfettante per le mani, guanti e mascherine per il personale: il gruppo Ferrovie dello Stato italiane mette in campo diverse misure per cercare di prevenire l’ulteriore diffondersi dell’epidemia. Trenitalia prevede anche rimborsi per chi ha già comprato un biglietto e decide di rinunciare al viaggio: termini e modalità sono ancora “in via di definizione” per “tutte le tipologie di biglietto acquistate”.

“In ottemperanza alle misure approvate dal Consiglio dei Ministri con il Decreto legge in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019, ha attivato procedure particolari per garantire la gestione di situazioni riconducibili a possibili casi”, si legge nel comunicato stampa. Le misure riguardano tutte le tratte a breve e lunga percorrenza: Frecce, InterCity e treni regionali.

Il protocollo diffuso da Trenitalia prevede l’installazione a bordo treno di dispenser di disinfettante per mani, il personale verrà equipaggiato con tutte le protezioni necessarie, mascherine con filtro e guanti monouso e verrà intensificata l’attività l’attività di pulizia a bordo dei treni della flotta di Trenitalia, che verranno disinfettati più frequentemente. A bordo verranno diffusi pieghevoli illustrativi per illustrare il vademecum del Ministero della Salute. Cancellate le fermate nelle stazioni di Codogno e Casalpusterlengo, così come predisposto dalle Autorità competenti. Inoltre, per chi avesse già acquistato un biglietto e rinuncia al viaggio sono “in via di definizione” termini e modalità del rimborso. Il Gruppo FS Italiane, per ridurre al minimo l’esposizione al contagio, ha consigliato al proprio personale di “consultare un medico e rimanere a casa” se affetti da sintomi influenzali.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Scippo di Stato

di Daniele Martini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, Gallera: “Per evitare diffusione chiusi scuole, musei e teatri. Dopo le 18 anche pub e discoteche dove si accalcano persone”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Gallera (assessore Lombardia): “Terza vittima a Crema. Contagi in Lombardia saliti a 112, la metà è in isolamento domiciliare”

next