“Tra i punti programmatici che vanno valorizzati immediatamente ci sono gli insegnanti di sostegno“, ma anche il tema degli “istituti tecnici superiori” e la “programmazione”, ovvero “concorsi in regola“. A tracciare la rotta è la ministra della Scuola Lucia Azzolina, al termine del tavolo a Palazzo Chigi presieduto dal premier Giuseppe Conte. “I nostri studenti disabili hanno una priorità assoluta e hanno diritto ad avere insegnanti specializzati e assunti”, rimarca Azzolina. Che sottolinea anche l’importanza della “valorizzazione degli istituti tecnici e professionali: non sono scuole di serie B e non devono essere percepite così dal Paese; così come la valorizzazione degli istituti tecnici superiori, gli Its, scuole in cui il 90% di chi le frequenta trova lavoro. E poi la programmazione – dice ancora il ministro – al Miur è stata una parola spesso sconosciuta: i concorsi vanno fatti regolarmente per evitare di trovarci a inizio settembre puntualmente con decine di migliaia di precari”. Al tavolo c’è stato “un clima sereno e operativo, sono soddisfatta perché ho visto una maggioranza volare alto sui temi della scuola”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sapienza, giovane di destra parlerà davanti alla Segre. Studenti di sinistra: “No, è neofascista”. Lui: “Condivido le sue battaglie contro l’odio”

next
Articolo Successivo

A scuola vince il disinteresse, anche nei sindacati. E i docenti ormai sono soli

next