“La nostra vertenza è a un punto morto, il nostro manager continua a dire che questa fabbrica è insostenibile. Noi non la vediamo così. Siamo per l’ennesima volta in Prefettura per chiarire che di questo passo sarà difficile gestire l’ordine pubblico. Non si può stare così”. Si è conclusa con un incontro tra una delegazione sindacale e il prefetto di Napoli, Marco Valentini, la manifestazione promossa oggi dalle organizzazioni sindacali di categoria e dalle Rsu dello stabilimento di via Argine sulla vertenza Whirlpool. Una rappresentanza di lavoratori ha partecipato al presidio in piazza del Plebiscito. Nel corso dell’incontro, così come ha riferito il segretario generale della Cgil di Napoli, Walter Schiavella, “il prefetto si è impegnato a sollecitare ulteriormente il governo sia per quanto attiene le prospettive industriali e occupazionali, sia per quanto riguarda una corretta gestione unitaria delle scadenze degli ammortizzatori sociali”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rider, la sentenza della Cassazione dice molto ai lavoratori precari. Anche in tema di licenziamenti

next
Articolo Successivo

Banche, lettera di Unicredit ai sindacati: confermati 6mila esuberi in Italia. I bancari: “Vuole fare utili sulla pelle dei lavoratori”

next