“La nostra vertenza è a un punto morto, il nostro manager continua a dire che questa fabbrica è insostenibile. Noi non la vediamo così. Siamo per l’ennesima volta in Prefettura per chiarire che di questo passo sarà difficile gestire l’ordine pubblico. Non si può stare così”. Si è conclusa con un incontro tra una delegazione sindacale e il prefetto di Napoli, Marco Valentini, la manifestazione promossa oggi dalle organizzazioni sindacali di categoria e dalle Rsu dello stabilimento di via Argine sulla vertenza Whirlpool. Una rappresentanza di lavoratori ha partecipato al presidio in piazza del Plebiscito. Nel corso dell’incontro, così come ha riferito il segretario generale della Cgil di Napoli, Walter Schiavella, “il prefetto si è impegnato a sollecitare ulteriormente il governo sia per quanto attiene le prospettive industriali e occupazionali, sia per quanto riguarda una corretta gestione unitaria delle scadenze degli ammortizzatori sociali”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rider, la sentenza della Cassazione dice molto ai lavoratori precari. Anche in tema di licenziamenti

next
Articolo Successivo

Banche, lettera di Unicredit ai sindacati: confermati 6mila esuberi in Italia. I bancari: “Vuole fare utili sulla pelle dei lavoratori”

next