Disordini e scontri a Parigi e in tutta la Francia contro la riforma delle pensioni, con gruppi di black bloc che hanno dato alle fiamme panchine, scooter, cassonetti e rifiuti a place de la Republique. E mentre nel 38esimo giorno di proteste migliaia di manifestanti sfilano per le strade – solo 150mila nella capitale -, il governo prova a disinnescare la mobilitazione: ha infatti annunciato il ritiro provvisorio dell’età di equilibrio a 64 anni, che nelle intenzioni dovevano essere necessari per ottenere la pensione a tasso pieno. Era questo il punto chiave delle proteste, la misura più controversa della riforma, respinta dal 61% dei francesi e che nessuno dei sindacati, neppure il moderato e maggioritario Cfdt di Laurent Berger, intendeva accettare. “Per dimostrare la mia fiducia verso i partner sociali, e non pregiudicare l’esito dei loro lavori sulle misure da attuare per ottenere l’equilibrio nel 2027 – ha fatto sapere il premier Edouard Philippe in una lettera inviata alle organizzazioni sindacali e citata da Le Parisien -, sono disposto a ritirare dal progetto di legge la misura di breve termine che avevo proposto, che consiste nel convergere progressivamente, a partire dal 2022, verso un’età di equilibrio di 64 anni nel 2027″, ha scritto il primo ministro. E domani, per la prima volta dopo 38 giorni, “tutte le linee della metropolitana di Parigi e le RER A e B saranno aperte almeno parzialmente”.

La Cfdt “plaude” alla decisione del governo: “Ora le discussioni proseguiranno nell’ambito previsto”, fa sapere l’organizzazione sindacale diretta da Laurent Berger, fin dall’inizio favorevole allo spirito della riforma e al sistema “a punti”. Intanto il quartiere della Bastiglia è stato teatro di incidenti con lacrimogeni, cassonetti in fiamme, lancio di oggetti contro la polizia, cariche. I disordini sono diminuiti di intensità all’avvicinarsi della Bastiglia e il grosso del corteo, nel quale si trovano fra l’altro tutti i leader sindacali oltre a centinaia di gilet gialli, ha ripreso a sfilare nella calma. A pochi metri dalla Bastiglia, però, gruppi di black bloc hanno appiccato le fiamme a un grosso pannello pubblicitario accanto a un hotel, rendendo necessario l’afflusso di camion di pompieri mentre sfila il corteo. L’arrivo della manifestazione sulla piazza è avvenuto mentre si levavano alte, per circa 15 minuti, le fiamme dal pannello incendiato. Danneggiata la facciata del palazzo e l’ingresso dell’hotel. Fiamme anche a place de la Republique, in diversi punti del grande spazio piantonato dalla polizia all’arrivo della manifestazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Afghanistan, uccisi due militari Usa della missione Nato: talebani rivendicano l’attacco

next
Articolo Successivo

Polonia, la marcia silenziosa dei magistrati che protestano contro il governo. Cappato: “L’Europa intervenga”

next