Ibrahim Diarra è morto a soli 36 anni. Il popolare giocatore di rugby francese era stato colpito da un infarto la scorsa settimana ed era stato ricoverato all’ospedale Pompidou di Parigi. Una settimana di agonia per il giovane giocatore: le sue condizioni si erano infatti aggravate da subito. Poi, nelle scorse ore, la notizia della morte. “Sono devastato dalla sua così prematura scomparsa. Ricorderemo sempre il suo sorriso e il ricordo eterno di un grande giocatore di rugby. Le mie più sincere condoglianze alla famiglia e alle persone vicine a Ibrahim Diarra”, ha scritto il presidente della Federazione francese di rugby Bernarde Laporte. Tanti i messaggi di cordoglio per il giocatore, che aveva giocato anche con la nazionale transalpina.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alfonso Signorini contro Marco Carta: “Dice di aver rifiutato il Grande Fratello Vip ma non lo abbiamo mai invitato”

next
Articolo Successivo

Si può morire per l’albero di Natale: i Vigili del Fuoco lanciano l’allarme. “Spegnete sempre le lucine di notte e prima di uscire”

next