È stato individuato il giovane che lo scorso 11 novembre era salito sull’autobus della linea 67 di Milano, alla fermata Quindo Romano, e aveva esploso alcuni colpi con una pistola scacciacani scatenando il panico tra i passeggeri, prima di fuggire. I poliziotti delle volanti della questura di Milano hanno rinvenuto sul posto 6 bossoli (2 sul mezzo e 4 nelle immediate vicinanze). Le indagini e il video posizionato sul mezzo hanno consentito di trovare il responsabile. Si tratta di un milanese di 21 anni che ora è indagato per procurato allarme interruzione di pubblico servizio. A casa del giovane la polizia ha trovato decine di cartucce e diversi coltelli e coltellini svizzeri

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Reggio Emilia, rientrato l’allarme bomba in Tribunale

prev
Articolo Successivo

Barcellona Pozzo di Gotto, esplosione in un deposito di fuochi d’artificio: cinque morti e due feriti

next