Ci sono almeno sei morti a causa di un attentato avvenuto nella città a maggioranza curda di Qamishlo, nel nord-est della Siria. Secondo fonti locali, sono state fatte saltare in aria due auto e una bomba vicino al mercato della città. Nel video, la seconda e la terza esplosioni, praticamente simultanee.

A sud del centro abitato, l’Isis ha ucciso in un agguato il sacerdote della comunità cattolica armena Hovsep Petoyan e suo padre, il sacerdote Abraham Petoyan, che stavano viaggiando in auto verso Deir el-Zor. Daesh ha rivendicato l’attentato su Twitter.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Soldati italiani feriti in Iraq, l’ipocrisia di chi esprime ‘solidarietà’

prev
Articolo Successivo

Iraq, Isis rivendica l’attentato contro i militari italiani: “Abbiamo colpito crociati e apostati”

next