“Nel decreto fiscale c’era una norma allucinante, che permetteva alle industrie della difesa di accedere ai fondi per la cooperazione allo sviluppo”. Lo dice il leader del M5S Luigi Di Maio nel comizio conclusivo a Perugia. La norma, fino a questa sera non era nota. Interpellate a riguardo, fonti del M5S spiegano che il Movimento ha bloccato la norma prevista nel provvedimento fiscale. “Stare nei palazzi significa fermare anche queste cose assurde, qui se c’è un grande colosso basta una norma e ottengono quello che vogliono”, spiega Di Maio che aggiunge: “domani lo faremo sapere”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Giustizia, Di Maio: “Con la legge Spazzacorrotti andranno in galera anche leghisti”

next
Articolo Successivo

Piccole e medie imprese, Sergio Mattarella: “Istituzioni assicurino il loro sviluppo e la loro innovazione con fisco equo e regole semplici”

next