La scritta Italia Viva in blu e fucsia, il gabbiano stilizzato che la sormonta, una fascia fucsia sottostante: è il simbolo del nuovo partito di Matteo Renzi scelto con un voto online e calato in formato gigante sopra il palco della Leopolda. Il simbolo era il secondo fra i tre sottoposti a consultazione. “Non so se c’è un leader, so che c’è una squadra che farà dell’Italia un posto più bello”, ha detto Renzi prima di rivelarlo. “Prendo la tessera numero uno di Italia Viva perché voglio avere la firma di Teresa Bellanova” ha detto l’ex presidente del Consiglio. Il leader di Iv ha quindi firmato l’atto costitutivo del nuovo partito. Lo stesso hanno fatto Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Iv, e Teresa Bellanova, capodelegazione al governo. “Stamattina abbiamo piantato un albero per la prima tessera, saremo il partito degli alberi, non quello delle tessere”, ha detto Rosato. “Da questo momento via alle danze e potete iscrivervi online”, ha aggiunto mostrando la prima tessera, quella di Renzi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Centrodestra a Roma, CasaPound nella piazza leghista accolta da applausi e selfie. E spuntano saluti romani e magliette nostalgiche

prev
Articolo Successivo

Premier Conte: “M5s gridava ‘onestà’, piano anti-evasione resta. Chi non fa squadra è fuori dal governo”

next