“Basta con questa storia del razzismo vi ho sempre sostenuto ma direi che è ora di finirla voi e quei comunisti del caxxo, state per perdere un tifoso fate voi”. È il tweet che un sostenitore del Pescara Calcio ha scritto al profilo della società, criticando la posizione della società impegnata contro i comportamenti discriminatori. Poco dopo è arrivata la risposta dei biancazzurri: “Facciamo noi? Bene, signore e signori Andrea non è più un nostro tifoso“. Con l’hashtag #NoAlRazzismo. Una replica esemplare che ha ricevuto subito l’appoggio di altre società, come la Pro Vercelli e la Carrarese Calcio, che ha scritto: “Era anche un nostro follower. Era“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Catalogna, Pep Guardiola duro con il governo: “La Spagna sta vivendo una deriva autoritaria”. Il suo messaggio per ‘Tsunami Democratic’

next
Articolo Successivo

Roma Calcio, la storia di Maissa: arrivato in Italia col barcone, ora è un calciatore della Primavera giallorossa

next