“Basta con questa storia del razzismo vi ho sempre sostenuto ma direi che è ora di finirla voi e quei comunisti del caxxo, state per perdere un tifoso fate voi”. È il tweet che un sostenitore del Pescara Calcio ha scritto al profilo della società, criticando la posizione della società impegnata contro i comportamenti discriminatori. Poco dopo è arrivata la risposta dei biancazzurri: “Facciamo noi? Bene, signore e signori Andrea non è più un nostro tifoso“. Con l’hashtag #NoAlRazzismo. Una replica esemplare che ha ricevuto subito l’appoggio di altre società, come la Pro Vercelli e la Carrarese Calcio, che ha scritto: “Era anche un nostro follower. Era“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Catalogna, Pep Guardiola duro con il governo: “La Spagna sta vivendo una deriva autoritaria”. Il suo messaggio per ‘Tsunami Democratic’

prev
Articolo Successivo

Domeniche bestiali – In Trentino 10 anni e 2 mesi di inibizione per maxi rissa. E in Veneto record di espulsioni per bestemmie

next