“Era una storia annunciata: quella di un governo nato solo per la paura di andare al voto, di perdere la poltrona, contro la Lega e contro Salvini. Non pensavo di essere un incubo come mi ha definito Franceschini: chi non muore, politicamente, si rivede….”. Lo dice Matteo Salvini commentando l’uscita di Matteo Renzi dal Pd. “Da Renzi non mi aspetto né pudore né dignità né onore. E’ quello che è andato da ‘stai serenò a ‘lascio la politica’ a ‘mai con i Cinque stelle’. Chi se ne frega di lui, è il nulla”. E poi conclude: “Raccolgono tanti soldi. A loro lascio soldi e ministeri e mi tengo la dignità”.

“Per voi sarà un incubo, anzi ci state facendo vivere un incubo: poltrone, poltrone, poltrone. Poltrone e sofà. Governo Conte? No, governo poltrone e sofà, gente che va, gente che viene”. Ha continuato il leader leghista nella sua diretta Facebook: “Leggevo che il nuovo ministro dell’Agricoltura che nella vita ha fatto la sindacalista della Cgil, punto, con tutto il rispetto, è già passata con Renzi. E’ stata nominata al governo dieci giorni fa con un partito e adesso cambia partito”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Caro Zingaretti, è il momento di combattere: ora inizia la sfida!

prev
Articolo Successivo

Pd, Zanda: “Indebolirà governo? Certo non lo rafforza”. E il renziano Marattin: “Perplessità di Conte? Non comprendo le accuse”

next