“Certamente è un dispiacere. Credo che rompere in momenti delicati, come è questo della nascita del governo, un fronte unito come quello di un Pd che era completamente unito nella nascita del governo, è un atto incomprensibile e, oggettivamente, poco utile. Come ha detto il segretario del Pd, ora noi abbiamo da pensare a investimenti, giustizia sociale, ambiente, l’esame dei commissari….non ho intenzione di dilungarmi nel tempo a discutere di questa scelta”. Così il capodelegazione del Pd al Parlamento europeo, Brando Benifei, ha commentato la decisione di Matteo Renzi di uscire dal partito. E, sul timore di uscite dalla delegazione Pd in Europa, dice: “Ogni deputato è libero di fare le sue scelte, io non me lo auguro e lo ritengo improbabile perché qui abbiamo spesso dimostrato maggiore compattezza. Sono convinto che non ci saranno cambiamenti rispetto alla nostra compagine”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pd, Boccia a Radio24: “Scissione di Renzi? Non condivido, ne risponderanno i protagonisti”

next
Articolo Successivo

Pd, Franceschini alla ministra tedesca: “Scissione Renzi? Continua a supportare il governo ma potrebbe essere un problema”

next