Morta per un errore dopo una trasfusione di sangue. È successo venerdì scorso all’ospedale di Vimercate, in provincia di Monza e Brianza. La vittima è una donna di 84 anni. Secondo i primi accertamenti, la causa del decesso sarebbe da ricondurre a uno scambio di sacche con quella di un altro paziente.

L’ospedale, che ha avviato un’indagine interna, ha immediatamente allertato la Procura di Monza che ha aperto un’inchiesta. Sul caso è intervenuto anche il ministro della Salute Roberto Speranza predisponendo l’invio degli ispettori del Centro Nazionale Sangue a Vimercate. Gli ispettori del Centro dovranno verificare cosa non abbia funzionato nella catena dei controlli.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera la paziente era ricoverata nel reparto di Ortopedia per un intervento per la rottura di un femore. La dirigenza ospedaliera ha confermato la prima ipotesi ovvero che ci sia stato uno scambio per omonimia. La donna è stata quindi stroncata dalla reazione del suo sistema immunitario: i suoi anticorpi hanno aggredito i globuli rossi non riconosciuti per la differenza del gruppo sanguigno.

Foto di archivio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Morti sul lavoro, operaio di 67 anni perde la vita cadendo da un tetto alle isole Tremiti

prev
Articolo Successivo

Milano, all’ospedale per eccessivo torpore: bimbo di 18 mesi positivo alla cannabis

next