“Evocate spesso il concetto di dignità, ma la dignità per quel che riguarda il ruolo di presidente del Consiglio non può essere riconosciuto o meno a seconda che sia al vostro fianco o meno al governo. Ero l’alfiere degli interessi nazionali e ora scopro che non lo sono mai stato. La dignità mi può venire dal difendere con onore e massimo impegno gli interessi degli italiani e non da altro. Poi con calma spiegherete al Paese cosa c’è di dignitoso in tutti i subitanei e repentini voltafaccia delle ultime settimane”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella sua replica nell’aula del Senato.

Nella sua lunga replica Conte ha toccato diversi temi, tra gli altri anche quello della questione dell’immigrazione che “va gestito a livello europeo e va modificato il regolamento di Dublino” poi, riferendosi ai decreti sicurezza ripete: “Questo governo è stato chiaro: raccoglierà le osservazioni del Presidente della Repubblica”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stefano Delle Chiaie morto, Borghezio (Lega): ‘Vero combattente, ne nasce uno ogni 100 anni’

next
Articolo Successivo

Casini show in Aula. Al M5s: “Votiamo la fiducia insieme, chi lo avrebbe mai detto?”. E alla Lega: “Non abbiate crisi di gelosia”

next