“Evocate spesso il concetto di dignità, ma la dignità per quel che riguarda il ruolo di presidente del Consiglio non può essere riconosciuto o meno a seconda che sia al vostro fianco o meno al governo. Ero l’alfiere degli interessi nazionali e ora scopro che non lo sono mai stato. La dignità mi può venire dal difendere con onore e massimo impegno gli interessi degli italiani e non da altro. Poi con calma spiegherete al Paese cosa c’è di dignitoso in tutti i subitanei e repentini voltafaccia delle ultime settimane”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella sua replica nell’aula del Senato.

Nella sua lunga replica Conte ha toccato diversi temi, tra gli altri anche quello della questione dell’immigrazione che “va gestito a livello europeo e va modificato il regolamento di Dublino” poi, riferendosi ai decreti sicurezza ripete: “Questo governo è stato chiaro: raccoglierà le osservazioni del Presidente della Repubblica”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Stefano Delle Chiaie morto, Borghezio (Lega): ‘Vero combattente, ne nasce uno ogni 100 anni’

next
Articolo Successivo

Casini show in Aula. Al M5s: “Votiamo la fiducia insieme, chi lo avrebbe mai detto?”. E alla Lega: “Non abbiate crisi di gelosia”

next